Isole della Toscana Versione Italiana
Arcipelago Toscano: Isola d'Elba, Isola del Giglio, Isola di Capraia, Giannutri, Montecristo, Pianosa e Gorgona
Isola d'Elba Capraia Giglio Pianosa Montecristo Giannutri Gorgona

HOME
Le isole della Toscana
Come arrivare
ISOLA D'ELBA
Campo nell'Elba
Capoliveri
Marciana
Marciana Marina
Porto Azzurro
Portoferraio
Rio Marina
Rio nell'Elba
Capraia Isola
Isola del Giglio
ALTRE ISOLE
Pianosa
Montecristo
Giannutri
Gorgona
  ISOLA DEL GIGLIO

Giglio Porto Giglio Porto
Situata nel Mar Tirreno a circa 11 miglia dal Promontorio dell’Argentario, l’isola del Giglio, con i suoi millecinquecento abitanti, è un paradiso tutto da scoprire. La natura selvaggia e il clima mite quasi tutto l’anno garantiscono una meta perfetta agli amanti di paesaggi selvaggi e di attività a stretto contatto con la natura, quali il bird watching, le passeggiate e le immersioni subacquee.
Abitata dagli etruschi e dai romani, tra cui i Domizi Enobardi, proprietari della villa patrizia sita a Castellari, nell’805 Carlo Magno diede l’Isola all’Abbazia delle Tre Fontane. Poco dopo passò agli Aldobrandeschi, ai Pannocchieschi, ai Gaetani, agli Orsini e al Comune di Perugia. Dal 1264 l’Isola fu proprietà dei Pisani, responsabili della struttura urbanistica di Giglio Castello. Agli inizi del XV secolo, sotto il dominio della famiglia dei Medici di Firenze, l’intero territorio subì numerose irruzioni saracene, tra cui quella ad opera del Pirata Khair ad-Din detto il Barbarossa, ragione che costrinse gli abitanti dell’isola a erigere alcune torri con funzione di difesa. Finalmente il 18 novembre 1799 cessarono gli assalti barbari e i gigliesi vinsero contro i Turchi. Da questo momento iniziò un periodo più tranquillo, che favorì una ripresa demografica ed economica, soprattutto grazie allo sfruttamento minerario e all’inaugurazione delle cave di granito. Una volta chiuse le miniere di pirite nel 1962, l’isola del Giglio iniziò a contare sulla sua unica vera risorsa, il turismo.
La natura dell’isola, costituita quasi completamente da granito e ricca di flora mediterranea e di rare specie animali, è prevalentemente montuosa. Tuttavia, ciò che rende quest’isola tanto famosa è la varietà delle sue coste, dominate da calette alternate a spiagge sabbiose, e il suo limpido mare.
Il castello è sicuramente l’attrazione storica più importante dell’isola: al suo interno si trova la chiesa di San Pietro Apostolo, eretta nel 1300, sede di famose opere d’arte.
Per raggiungere l'isola da Porto Santo Stefano, sulla terraferma, partono regolarmente traghetti, gestiti dalle compagnie Maregiglio e Toremar.
Il Comune di Isola del Giglio include anche l'Isola di Giannutri, ubicata ad alcuni chilometri a sud-est.

Fotografia: bizzo_65

 
ACCOGLIENZA
Hotel
Bed & Breakfast
Affittacamere
Agriturismi
Campeggi
USCIRE
Ristoranti
Enoteche
Bar
ARTE
Borghi e paesi
Castelli e torri
Chiese
COMPRAR CASA
Immobiliari
2008 - 2016 © IsoleDellaToscana.it: info@isoledellatoscana.it | Credits




eXTReMe Tracker