Isole della Toscana Versione Italiana
Isola d'Elba Capraia Giglio Pianosa Montecristo Giannutri Gorgona
Arcipelago Toscano: Isola d'Elba, Isola del Giglio, Isola di Capraia, Giannutri, Montecristo, Pianosa e Gorgona
Isola d'Elba Hotel Agriturismi B&B Affittacamere Campeggi

HOME
Le isole della Toscana
Come arrivare
ISOLA D'ELBA
Campo nell'Elba
Capoliveri
Marciana
Marciana Marina
Porto Azzurro
Portoferraio
Rio Marina
Rio nell'Elba
Capraia Isola
Isola del Giglio
ALTRE ISOLE
Pianosa
Montecristo
Giannutri
Gorgona
  IL CASTELLO DEL VOLTERRAIO

Il castello del Volterraio Il castello del Volterraio
Il castello del Volterraio, situato nella parte nordorientale dell’isola d’Elba su un altopiano di 395 metri, offre un panorama meraviglioso dell’intera isola, in particolare al tramonto. La posizione era strategica perché permetteva di controllare le invasioni da parte dei pirati che giungevano dal mare.
Circondato da una bassa vegetazione, il forte ha una struttura irregolare, più volte modificata e ristrutturata nel corso dei secoli. L’origine della fortezza è piuttosto incerta, anche se l’epoca in questione è senza dubbio quella medioevale (anno 1281); la torre sembra essere stata edificata molto prima, intorno al X-XI secolo. La tradizione attribuisce a Vanni di Gherardo Rau, originario di Volterra, la progettazione e la costruzione dell’intero edificio. Il castello fu assediato per la prima volta nel 1402 dai genovesi, che occuparono l’intera isola, e quarant’anni più tardi dai pirati tunisini. L’unico assalto devastante avvenne tuttavia nel 1798 da parte degli abitanti dell’isola, guidati dalle truppe napoleoniche. Nonostante più volte assediato, il forte non fu mai del tutto espugnato.
Al castello si accedeva tramite un ponte levatoio; appena dentro si trovava un pozzo, il magazzino delle polvere e quello dell’artiglieria. In prossimità del centro vi era il quartiere coperto diviso tra una caserma di soldati e un forno. Poco distante dal fortilizio rimane un rudere, un tempo edificio sacro dedicato a San Leonardo, oggi adibito a stalla,
A partire dal XVIII secolo, iniziò la sua fase di decadenza che durò fino ai nostri giorni. Nonostante quasi completamente in rovina, l’edificio gode tuttavia ancora oggi di grande fascino, soprattutto grazie alle sue mura, alla torre, le stanze interne, i resti del pozzo e del forno, ai depositi e ai sotterranei.
È facilmente raggiungibile percorrendo un ripido e difficoltoso sentiero, situato sulla provinciale tra Rio nell’Elba e Magazzini.

Fotografia: Gianni Galli

 
Portoferraio
ACCOGLIENZA
Hotel
Bed & Breakfast
Affittacamere
Agriturismi
Campeggi
TEMPO LIBERO
Ristoranti
Enoteche
Bar
Attività sportive
Gite in barca
Diving
Vela
ARTE
Ville
Castelli e torri
Chiese
COMPRAR CASA
Immobiliari
2008 - 2016 © IsoleDellaToscana.it: Contatti